Per il nuovo ‪#‎GetToKnow‬ : Monte d'Accoddi.
Questo monumento così simile agli ziqqurat della Mesopotamia, si trova nelle verdi e pianeggianti campagne alle porte di Sassari. Deve il suo nome probabilmente al sardo logudorese e significa “Monte o collina delle Pietre”, per l'aspetto che aveva prima degli scavi, iniziati nel 1952.

A Monte d’Accoddi si respira da subito la sacralità del luogo, dove sono testimoniati e tramandati per secoli anche riti propiziatori della fertilità. Vaste necropoli a domus de janas sono presenti attorno a quest’area, così ricca di testimonianze archeologiche, come attestano i due menhir collocati in un campo a est dell’altare, dal quale provengono due pietre sferoidali di probabile valenza sacra, interpretate da alcuni come simbologie astrali.

Attraverso i resti delle capanne, del menhir e degli altri reperti, è possibile intraprendere un viaggio lungo millenni, nella storia di questo altare preistorico, unico nel Mediterraneo.
-
This monument is similar to the ziggurats of Mesopotamia, but it is located in the flat green countrysides out of the city. It probably owes its name to the Sardinian Logudorese dialect that means "Mountain or hill of stones", for its appearance before the excavations, which began in 1952.

Visitors can immediately sense the sanctity of Monte Accoddi, where ancient rites of fertility were passed down for centuries. Vast necropolises and domus de janas (sepulchral tombs used by the Sardinians at the dawn of their civilization) are present in this area. Rich in archeological remains, there are two colossal stones standing in a field east of the altar that archeologists believe had a sacred value to the local population and which held some astrological symbolism.

Throughout the remains of the huts, menhirs and other relics, it is possible to take a voyage through the millennia, and sense the history of this prehistoric altar, unique in the Mediterranean.

Fonte: Turismo Sassari